Programma elettorale

Scarica il programma in PDF.

INTRODUZIONE

Idee in Comune si presenta per un secondo mandato amministrativo, forte dei risultati raggiunti e del potenziale a venire.

Il nostro impegno è dare continuità ai progetti già avviati e realizzare con responsabilità un domani ancora migliore per la nostra comunità.

Insieme, le sfide possono diventare opportunità!

Il nuovo programma è una somma della visione strategica che portiamo avanti fin dalla nascita della nostra lista, dell’esperienza accumulata riguardo alla necessità e fattibilità di ogni intervento e delle idee e competenze messe a disposizione dai nuovi candidati.

In questi anni, un impegno significativo è stato dedicato al risanamento di diversi ambiti: conti, uffici, edifici, infrastrutture tecnologiche e parco automezzi.

Oltre a questo, abbiamo avuto la possibilità di realizzare nuove iniziative in settori come la cultura, il turismo, la sicurezza e le relazioni istituzionali.

Questi traguardi sono stati raggiunti grazie a una visione improntata alla cura – delle persone, del territorio e delle relazioni – e a un dialogo costante con gli operatori del settore.

Inoltre, sono state implementate idee originali e vincenti che hanno contribuito al successo di queste iniziative.

Oggi che con questo lavoro siamo a buon punto, possiamo ampliare, sviluppare e migliorare l’esistente, ma anche dedicarci a opere e progetti più ambiziosi e strutturali, che rispondano a bisogni di oggi e preparino il domani di San Felice, Portese e Cisano.

Prima di entrare nei dettagli del programma, vogliamo evidenziare sei punti che riteniamo particolarmente distintivi per la nostra proposta:

  1. Un’assoluta, e per noi, entusiasmante novità, che desideriamo seguire e realizzare, è il Polo Sociale che abbiamo previsto per l’edificio delle Oblate Sacerdotali, in centro a San Felice, in corso di acquisto. Sarà un luogo centrale per la vita di tutti: giovani e meno giovani, persone con bisogni particolari e associazioni. Nella nostra visione, ospiterà gli studi dei medici di base, il nuovo centro anziani, attività di socializzazione e accoglienza. Solo con la collaborazione tra professionisti e realtà locali questo articolato progetto potrà davvero realizzare il proprio potenziale e cambiare in meglio il quotidiano della comunità.
  2. La prossima amministrazione dovrà farsi carico di assicurare il futuro della scuola primaria, non solo per quanto riguarda la sicurezza dell’edificio, ma anche per rispondere alle moderne esigenze educative e richiamare iscritti, in un momento di calo demografico in cui gli istituti consolidano le sedi. Solo con una impostazione totalmente nuova e lungimirante potremo rimanere rilevanti ed evitare l’accorpamento in altri comuni. Il progetto è in stato avanzato ed ha già ricevuto l’approvazione degli enti di riferimento, ma portarlo a termine richiederà un attento sforzo di raccolta delle risorse e un continuo dialogo tra istituzioni locali e non.
  3. Per coniugare recupero, valorizzazione e attrattiva, abbiamo lavorato insieme all’Autorità di Bacino, alla Sovrintendenza e alle attività ricettive per restituire alla cittadinanza il Porto di Portese più bello e più fruibile. Il progetto è a buon punto, ma non ultimato, ed è nella delicata fase dei dettagli che determinano la riuscita complessiva di un’opera. Ispirato all’impostazione paesaggistica di un tempo, potrà rispondere alle esigenze della contemporaneità, senza venir snaturato. Così, almeno, lo abbiamo voluto concepire e vorremmo vedere completato.
  4. PGT: non essere riusciti a dare vita ad una nuova versione del Piano di Governo del Territorio è probabilmente il nostro maggiore rammarico. Grazie alla esclusiva dedizione a questo fondamentale strumento gestionale, desideriamo realizzarne uno che possa proteggere il nostro bellissimo e delicato territorio, rispondendo al contempo alle reali esigenze dei cittadini. Sarà indubbiamente necessario continuare a migliorare lo stato degli uffici competenti, ma anche guidarli con cognizione di causa e professionalità.
  5. Personale: Dopo quasi vent’anni è stata avviata una stagione di concorsi, tuttora in atto, per assunzioni a tempo indeterminato, che hanno avuto seguito con l’inserimento di nuovo personale nella Polizia Locale, Servizi Sociali, Segreteria. Prima ancora, con mobilità abbiamo assunto personale per l’area Urbanistica ed Edilizia privata, Segreteria e Ragioneria. Quando possibile abbiamo esternalizzato servizi per andare a risolvere le carenze di personale nell’Ufficio Tecnico e nell’area Tributi. Il lavoro, tuttavia, deve proseguire: per questo dedicheremo ulteriori energie e risorse economiche su questo punto.
  6. Manutenzione: Al nostro arrivo, questioni economiche, carenza di personale e di programmazione, ci hanno obbligati a una decisione: concentrarci sulla messa in sicurezza del territorio – idrogeologica e ambientale. Raggiunto questo obbiettivo, è il momento di programmare sistematicamente, così come fatto nell’ultimo periodo di legislatura, una puntuale manutenzione anche delle “piccole cose”. Crediamo in questo a tal punto che sarà il Sindaco in persona a seguire l’attività di manutenzione del territorio.

Queste parole, e azioni programmatiche, già in atto e a venire possono essere riassunte in un principio che accomuna tutte e tutti noi:

la Cura al centro!

SICUREZZA E POLIZIA LOCALE

Le attività messe in atto, nel corso della legislatura, hanno permesso di dimezzare l’indice di delittuosità rispetto al 2018. Abbiamo investito 280.000 euro per un impianto di videosorveglianza che sta operando con ottimi risultati. Sono stati avviati servizi serali, servizi appiedati in borghese. Anche gli accordi di collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Carabinieri hanno dato ottimi risultati per gli ingressi scolastici e nel periodo estivo per il controllo di spiagge e porti.

Intendiamo:

  • Continuare l’ampliamento dell’impianto di videosorveglianza, i servizi serali, i servizi appiedati in borghese
  • Intensificare la collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri
  • Attivare la possibilità di effettuare le denunce presso gli uffici comunali, avvicinando i cittadini all’Istituzione Comune.
  • Aggiornare il regolamento di Polizia Urbana con chiare norme e sanzioni per il contrasto al disturbo delle quiete pubblica

MANUTENZIONI

In questi anni abbiamo dovuto dare priorità alla manutenzione straordinaria seguendo meno quella ordinaria: proseguiremo l’estensione dell’impianto dell’illuminazione pubblica, partendo dalle strade di maggior percorrenza o in prossimità di aggregati abitativi/turistici con alta frequentazione

  • Continueremo con il piano annuale di asfaltature che, nel corso della scorsa legislatura, ha già contato su tre lotti di intervento per un totale di circa 430.000€
  • Riqualificheremo marciapiedi e attraversamenti, nel rispetto del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche di recente approvazione.
  • Ci concentreremo sulle “piccole cose”, essenziali per la sicurezza e il benessere della comunità, inclusa una gestione armoniosa del verde: messa a dimora di nuove siepi e piante; manutenzione di staccionate e arredi urbani

LAVORI PUBBLICI

Intendiamo questa area come la gestione delle sole opere pubbliche.

È nostra intenzione completare le opere in corso, come il Polo Sportivo, la riqualificazione sismica, energetica e idrosanitaria della scuola media, il ponte dell’ex Mollificio, le case comunali di via X Giornate.

Riteniamo improrogabile trovare soluzioni che prevedano risorse esterne per le proprietà comunali come l’ex Asilo in via Garibaldi e il lascito Lidia Rubelli a San Felice, in quanto un loro recupero da parte del solo Ente non è economicamente sostenibile. In questo modo gli edifici potranno essere ristrutturati e quindi sarà possibile realizzare progetti con finalità sociali e/o di edilizia popolare/convenzionata.

È nostra intenzione continuare sulla strada, già avviata, del Piano di Sicurezza dell’Acqua, che tra le altre cose prevede lo spostamento della presa a lago dell’acquedotto dai Porticcioli a località Pisenze, monitorando le varie attività.

Ci concentreremo esclusivamente su opere pubbliche realmente necessarie alla nostra comunità:

  • Realizzazione della nuova Scuola Primaria anche come luogo di comunità.
  • Completamento della progettazione e realizzazione del primo stralcio del Porto di Portese
  • Si inizierà a definire, attraverso progetti di fattibilità, il recupero dell’edificio della sede del Comune, acquistato dalla nostra amministrazione. L’idea è di ammodernarlo come impiantistica e arredi nonché di renderlo fruibile al pubblico anche come luogo museale dedicato, in modo particolare ad Angelo Zanelli, che nacque proprio a Palazzo Rotingo, e alla raccolta Civica Museale dedicata all’incisore portesino Bartholomeo Zane De Portesio
  • Avvio della riqualificazione, realizzazione e messa in sicurezza delle piste ciclabili e di alcune strade per le quali sono già disponibili i progetti preliminari
  • Sostegno per la riqualificazione dell’ex Mollificio Bresciano nei termini della progettualità già presentati dalla Proprietà
  • Studio di fattibilità per un parcheggio multipiano interrato nelle vicinanze del centro storico di San Felice, con posteggi e rimesse per auto in vendita per attività ricettive e famiglie – con la formula del partenariato pubblico privato
  • Realizzazione di un nuovo impianto di riscaldamento per la palestra comunale e avvio dell’ampliamento con nuovi depositi, locale per la ginnastica leggera e area esterna attrezzata propedeutica alle attività motorie scolastiche
  • Recupero degli angoli caratteristici del territorio come i lavatoi di Portese e le numerose santelle
  • Come da accordo in fase di definizione con il Politecnico di Milano e l’Università di Brescia, avvio dello studio e delle attività di messa in sicurezza, restauro e riqualificazione dei castelli di San Felice e di Portese
  • Realizzazione di uno studio per la riqualificazione dei parchi di San Felice, Portese e Cisano, andando a identificare la vocazione e la destinazione di ognuno; particolare attenzione sarà data al nuovo parco Salvo D’Acquisto e al Parco Donne della Costituente per il quale sarà avviato un concorso di idee al fine di soddisfare l’inclusività (sport, famiglie, eventi, pets)
  • Ampliamento della scuola materna “A. M. Borghese” per migliorare i servizi
  • Proseguimento nella progettazione, del secondo stralcio del polo sportivo a Portese con l’affidamento della gestione alle realtà locali
  • Progettazione dell’ampliamento del Cimitero di Via delle Gere

FONDAZIONE COMINELLI

In quanto Ente privato, ad oggi la Fondazione soffre a causa dell’impossibilità oggettiva di reperire le risorse necessarie al fine di ammodernare, adeguare e manutenere lo stabile. È quindi nostra intenzione valutare le condizioni necessarie per acquisirlo al patrimonio comunale, mantenendo inalterata l’autonomia gestionale e organizzativa del Consiglio di Amministrazione, nonché il rispetto testamentario del prof. Raffaele Cominelli.

L’eventualità di utilizzare capitali pubblici per la sistemazione dell’immobile apre alla possibilità, nella casa del custode (attuale Alter Bar), di realizzare un locale pubblico aperto tutto l’anno. Un punto di ritrovo e di socialità, ormai non più procrastinabile, per la comunità del borgo.

ASSOCIAZIONI
In questi anni abbiamo investito molto sulle associazioni del territorio, sia con finanziamenti alle iniziative che con apposite convenzioni di reciproca soddisfazione. È stata ampliata la platea dei beneficiari, in quanto siamo convinti che queste realtà siano la vera linfa della Comunità del nostro comune. Continueremo a sostenerle anche provando a pensare insieme forme di coordinamento e servizi a disposizione delle loro esigenze.

PROTEZIONE CIVILE

È nostra intenzione avviare il percorso che porti alla creazione di un Gruppo di Protezione Civile Comunale, dotandolo di tutte le infrastrutture e strumentazioni necessarie per i primi interventi in caso di emergenze.

BILANCIO E TRIBUTI

Durante la nostra legislatura abbiamo lavorato per rafforzare il bilancio comunale (recupero tasse e imposte non pagate per € 1,8 milioni; ridotto il Fondo Crediti di dubbia esigibilità da € 900.000 a € 345.000; ridotto l’importo dovuto per i mutui da oltre € 430.000 a € 300.000 l’anno; accesso a contributi economici statali e regionali).

Per la prima volta nella storia del nostro comune non sono stati utilizzati oneri di urbanizzazione per coprire la spesa corrente.

Molto ancora è il lavoro da fare per rendere il bilancio più solido, e quindi resiliente agli eventi anche globali che ci potrebbero investire.

È nostra intenzione:

  • Continuare nella razionalizzazione della spesa e di tutti i servizi erogati.
  • Ricorrere a convenzioni con enti pubblici, e/o privati, per ridurre i costi e accedere a finanziamenti pubblici per interventi di ampio e misurabile impatto.

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

Nella scorsa legislatura abbiamo gestito un PGT non nostro e che non condividevamo. È nostra responsabilità non essere riusciti a dare vita ad una nuova versione, ma le carenze di personale e due anni di pandemia, non hanno di certo aiutato.

L’attuale situazione ci permette di impegnarci per:

  • Proseguire con la stesura del nuovo PGT, prevedendo un percorso realmente partecipativo della cittadinanza e dei portatori di interesse. Attenzione allo sviluppo sostenibile del territorio che persegua il “Consumo Zero”, tutelando le zone agricole dalla speculazione edilizia
  • Definire un puntuale Piano dei Servizi che analizzi nel dettaglio le esigenze di fruizione e sviluppo del territorio comunale
  • Attivare la Commissione Urbanistica, che seguirà i lavori di stesura
  • Completare il PGT con strumenti di analisi e programmazione, come il Piano del Traffico, che permetterà una definizione più attenta della viabilità nonché della pedonalizzazione di zone sensibili, previa la consultazione dei cittadini

È ormai necessario definire una strategia per contrastare l’emergenza abitativa di cui soffre anche il nostro comune. Pur avendo limitati poteri, si ipotizzano i seguenti strumenti:

  • Definire un regolamento che vada ad equilibrare l’offerta abitativa turistica e residenziale.
  • In collaborazione con la Ragioneria, definire sgravi su IMU e TARI per le abitazioni proposte ad affitto lungo e continuativo

INFORMATIZZAZIONE E INNOVAZIONE

Dopo l’aggiornamento completo delle infrastrutture hardware dell’Ente, abbiamo reperito oltre 200.000 € di fondi PNRR ed è in corso un progetto che prevedrà la realizzazione del nuovo sito internet istituzionale del comune, l’obiettivo non è di avvicinare il Comune al Cittadino, ma di portare il Comune a casa del Cittadino.

Nel dettaglio:

  • Aggiornamento del sito Comunale
  • Certificati ottenibili dal sito internet del Comune
  • Possibilità di interagire on line con gli uffici anche in videoconferenza
  • Pagamento di tutti i tributi: Tari, IMU, da AppIO, App CIE e PagoPA utilizzando anche PayPal
  • Sanzioni notificate digitalmente e pagabili da AppIO
  • Iscrizione a tutti i servizi on line: Mensa, Centri estivi, etc
  • Accesso agli atti digitale
  • Corsi di formazione per la digitalizzazione dei cittadini ed in modo particolare degli anziani
  • Le attività del Comune saranno portate anche su Cloud
  • Proseguo della digitalizzazione degli archivi comunali

PERSONALE
La carenza di personale e la disorganizzazione creano disservizi che ricadono sui cittadini e sui professionisti. Dopo quasi vent’anni la nostra Amministrazione ha dato il via ad una importante campagna di concorsi per reclutare nuove leve e incentivare la formazione.

Riteniamo d’aver posto le basi per una completa e reale riorganizzazione della macchina amministrativa. I prossimi anni saranno decisivi per risolvere uno dei problemi più sentiti dai Cittadini.

Ci impegniamo a:

  • Continuare la campagna di concorsi e investire nella formazione
  • Proseguire nella riorganizzazione degli uffici per migliorare l’efficienza e ridurre i disservizi
  • Sopperire alle attuali carenze di personale ampliando l’impiego dei servizi messi a disposizione da altri Enti, come la Comunità Montana Valle Sabbia, così come oggi avviene per la Centrale Unica di Committenza relativamente agli appalti pubblici

CULTURA
Valorizzare, riscoprire, ampliare l’offerta artistica e culturale è stato e sarà alla base della programmazione e dell’organizzazione strutturale degli eventi. Continueremo ad investire in nuove forme di collaborazione, sia con realtà locali, che con enti e associazioni di rilievo al di fuori del nostro territorio.

  • Rassegne di musica classica, “bel canto”, arte contemporanea e arte partecipata saranno sempre più distintivi del nostro territorio
  • In collaborazione con importanti realtà museali nazionali, si intende proporre esposizione di opere del nostro più importante artista locale, Angelo Zanelli, nonché della Raccolta Civica Museale titolata al portesino Bartholomeo Zane De Portesio
  • Completamento del Progetto di ricerca e divulgazione della nostra storia locale, che ha portato alla pubblicazione di due Quaderni parte della collana “Archivio di Comunità”
  • Rassegne culturali di autori gardesani e bresciani, potenziamento delle attività laboratoriali della biblioteca sia per bambini che adolescenti, creazioni di casette per libri nei parchi (realizzazione a cura della scuola secondaria) per lo scambio libri.
  • Molti degli eventi sono e saranno realizzati anche con la partecipazione attiva dei cittadini, delle scuole e delle associazioni e saranno diffusi e praticati sul territorio, per una scoperta e/o riscoperta del nostro paese attraverso l’arte nelle sue diverse e molteplici forme.

ISTRUZIONE
Non solo miglioramento e interventi alle strutture scolastiche, ma continua concertazione con i diversi organismi, seguendo il tracciato delle Buone Pratiche stabilite in questi anni di stretta collaborazione.

La scuola come centro propulsore e d’arrivo di un’idea educativa che rafforzi il circolo virtuoso sociale.

  • Progetti innovativi e continuità con quelli avviati negli scorsi anni in sinergia con l’area dedicata alle Politiche Giovanili
  • Musica con il corpo bandistico “Sinus Felix” ed altre realtà musicali collegate (scuole di Musica, scuole di canto)
  • Ricerca e conoscenza storia locale dedicata/declinata per le scuole con l’Associazione Storico Archeologica della Riviera del Garda
  • Approfondimento delle lingue straniere con potenziamento di inglese e tedesco, in un progetto di continuità tra i diversi ordini scolastici
  • Approfondimento dei temi legati alla scoperta delle istituzioni in strettissima sinergia con il Municipio, finalizzato alla promozione della Cittadinanza Attiva
  • Approfondimento di temi legati all’educazione per la riscoperta del territorio in sinergia con l’area Agricoltura e Territorio e l’area Benessere e Stili di Vita
  • Si valuterà la possibilità di ampliare l’orario scolastico della Materna, scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado, con servizi post scolastici opportunamente definiti.
  • Far conoscere ai giovani della scuola Secondaria di Primo Grado (medie), attraverso specifici progetti, i lavori sul territorio in ambito turistico, culturale e dell’accoglienza, con l’obiettivo di dar loro possibili idee per i successivi percorsi scolastici in linea con le tipologie di impiego disponibili nel nostro comune


POLITICHE GIOVANILI

I giovani sono il nostro futuro ed è per questo che abbiamo deciso di dedicare una specifica area di competenza al migliorare ed incrementare le attività a loro rivolte. Il nostro intento è creare spazi per i ragazzi, riutilizzando o riconvertendo luoghi esistenti, per poter stimolare la loro creatività e i loro interessi. Organizzare attività a loro dedicate con personale specializzato, educarli alla Cittadinanza Attiva e coinvolgerli in modo concreto, consapevole e positivo. La nostra aspirazione è accompagnarli e farli crescere da spettatori ad attori nella nostra comunità.

Proponiamo di:

  • Potenziare il Punto Giovani di Portese
  • Creare uno spazio di ascolto per i ragazzi con l’obbiettivo di promuovere la cultura del benessere psico-sociale con consulenze individuali e di gruppo
  • Attivare percorsi di collaborazione intergenerazionale, favorendo l’incontro per costruire nuove relazioni, migliorare la coesione sociale, custodire e trasmettere il patrimonio storico e culturale, coordinando il lavoro con l’area Benessere e Stili di Vita
  • Sfruttare il nuovo spazio attrezzato nella Sala Studio della biblioteca, organizzandolo per il supporto allo studio ed ai compiti con personale qualificato
  • Coinvolgere i ragazzi nelle manifestazioni ed iniziative organizzate sul territorio
  • Organizzare laboratori che stimolino la creatività (fumetti, foto, arti digitali, …)
  • Attivare percorsi di educazione digitale

AGRICOLTURA E TERRITORIO

L’equilibrio tra la persona, la prosperità delle attività agricole, la cultura della gestione virtuosa dei rifiuti, la circolarità economica, sociale e ambientale sono il tracciato in cui abbiamo lavorato e che vogliamo continuare a sviluppare. In un territorio come il nostro sono principi imprescindibili per uno sviluppo sostenibile a 360°.

  • Per il sostegno all’agricoltura, in particolare l’olivicoltura, tanto importante nella manutenzione del territorio di San Felice, e che pure fatica a produrre reddito, si valuteranno incentivi proporzionali alla superficie coltivata dai piccoli olivicoltori non professionali
  • Promozione alla creazione di orti comunali
  • Sostegno alle associazioni che abbiano tra i propri obiettivi il ripopolamento ittico del lago, la riscoperta dei luoghi e delle tradizioni legate al mondo dell’agricoltura e della pesca, e la valorizzazione dell’enogastronomia locale
  • Ideazione di manifestazioni legate alle tradizioni agricole, in relazione sinergica con gli obiettivi turistici e la promozione della qualità di vita
  • Continua relazione con gli enti preposti (GardaUno) per una raccolta differenziata e un intervento puntuale sul territorio, che renda sempre più facile per i cittadini e sempre più pronta ed efficace la politica di smaltimento e manutenzione
  • Sviluppo della Comunità Energetica Rinnovabili (CER) di San Felice del Benaco che persegue l’obiettivo di risparmio energetico per un minor impatto ambientale

COMMERCIO
Il nostro Comune vanta un tesoro di eccellenza e prodotti tipici che ci distinguono. È fondamentale tutelare e valorizzare questo patrimonio unico, promuovendolo a livello locale, nazionale e internazionale. In un contesto di risorse pubbliche sempre più limitate, è essenziale cogliere le opportunità offerte dai fondi europei, puntando sull’innovazione e sul sostegno all’imprenditorialità. Crediamo fermamente che il commercio sia un motore trainante per lo sviluppo economico e sociale del nostro Comune, generando nuove opportunità di lavoro e benessere per tutta la comunità.

Sostegno agli imprenditori locali e nuove imprese:

  • Semplificare le procedure per l’avvio di nuove attività, promuovendo l’utilizzo di strumenti digitali per facilitare l’interazione con il Comune
  • Organizzare corsi di formazione e workshop per gli imprenditori locali, fornendo competenze manageriali, digitali e di marketing per migliorare la competitività delle attività commerciali
  • Creare una rete di supporto tra imprenditori e professionisti del settore, facilitando lo scambio di esperienze e la collaborazione per affrontare sfide comuni
  • Promozione per l’inserimento delle attività commerciali, attuali e future, nella Comunità Energetica Rinnovabili (CER) di San Felice del Benaco

Valorizzazione del commercio locale:

  • Promuovere prodotti tipici locali e l’artigianato attraverso campagne mirate
  • Sostenere l’innovazione e l’adozione di nuove tecnologie da parte delle imprese

Turismo e commercio, un binomio vincente:

  • Collaborare con le istituzioni e le associazioni turistiche per valorizzare il territorio e l’offerta commerciale locale
  • Creare itinerari turistici che includano le attività commerciali presenti nel Comune
  • Favorire la collaborazione tra operatori turistici e commerciali

Contrasto alla malavita organizzata:

  • Attivare procedure che prevedano una stretta collaborazione con Prefettura e Forze dell’Ordine per impedire infiltrazioni malavitose nel tessuto commerciale e produttivo del territorio comunale

POLITICHE SOCIALI

Il Comune assumerà funzione di coordinamento e promozione delle politiche sociali, coordinando interventi e servizi per ottimizzare le risposte alle esigenze delle persone anziane, disabili e fragili ma anche delle famiglie che necessitano di un aiuto per la gestione del quotidiano. 

Si vuole avviare un sistema di promozione e sviluppo del dialogo fra le generazioni e scambio di competenze ponendo al centro la famiglia e trovando risorse e forme di collaborazione attiva nelle persone che abitano, conoscono e vivono il territorio.

L’idea è quella di avviare il cosiddetto “empowerment” – potenziamento – di San Felice del Benaco: un processo di azione sociale attraverso cui le persone, le organizzazioni e la comunità sociale acquisiscono e scambiano competenze sulle proprie vite al fine di migliorare la vivibilità.

Il grande progetto del prossimo mandato sarà di acquistare e ridare vita all’edificio delle Oblate Sacerdotali, attraverso la realizzazione di un polo multifunzionale che porrà al centro la “Persona” riconosciuta sia come singola e portatrice di bisogni, ma anche ricca di risorse e inserita all’interno di gruppi familiari e sociali.

In particolare si vuole contrastare il fenomeno della solitudine che oggi è sempre più diffuso ed è spesso il veicolo di malattie prima di tipo psicologico e psichiatrico e poi anche di tipo organico; con grandi costi sia in termini umani che economici.

Nel concreto ci concentreremo sugli anziani che spesso sono portatori di esperienze, saperi e competenze che non trovano adeguata valorizzazione e avvieremo un processo che promuova l’interscambio tra generazioni.

Il nuovo polo multifunzionale sarà pertanto un punto di snodo fra la famiglia, la comunità solidale e la rete dei servizi sociali territoriali, e avrà i seguenti obiettivi: ridurre l’isolamento, l’ineguaglianza sociale, costruire relazioni, migliorare la salute e il benessere personale, di gruppo, istituzionale e comunitario.

Il polo accoglierà:

  • il Nuovo Centro anziani di San Felice con attivazione di attività ludiche, ricreative e culturali basate anche sullo scambio intergenerazionale,
  • un Centro Sociale con finalità educative per i giovani in continuità con quanto già attivato
  • baby Sitting comunale
  • gruppi appartamento per persone Diversamente Abili organizzati per lo sviluppo e la sperimentazione di competenze adattive e potenziare l’integrazione nel tessuto sociale
  • spazi di accoglienza temporanea per soggetti fragili,
  • lo studio del medico di base,
  • studi specialistici (pediatra, geriatra, psicologo)
  • spazio di ascolto dedicato alle famiglie
  • attivazione di gruppi si sostegno ai percorsi di affido
  • attivazione di gruppi di auto mutuo aiuto

In oltre ci impegneremo per:

  • promozione di forme cooperative di gestione del territorio
  • servizio di accompagnamento presso le strutture sanitarie
  • facilitazioni per l’accesso alla casa a prezzi ragionevoli mediante il recupero, la ristrutturazione e l’ampliamento degli edifici esistenti

La parola chiave di questo nuovo programma è SERVIZIO, tutti al servizio di tutti, uniti dall’amore per il territorio che ci accoglie.

BENESSERE E STILI DI VITA

Le buone abitudini quotidiane fanno bene alla salute, alle relazioni e all’ambiente in cui si vive. Sarà nostra cura incoraggiare a praticare stili di vita virtuosi che, attraverso il benessere di ognuno rinforzi la collettività.

Proponiamo:

  • La formazione di “gruppi di passeggio”, omogenei per età, rispolverando anche la fortunata esperienza del PEDIBUS che, attraverso il coinvolgimento di volontari (nonni in particolare) darà la possibilità ai bambini di godere, in sicurezza e a “passo lento”, del tragitto casa-scuola
  • Si valuterà la fattibilità di un BICIBUS per i più grandi
  • La valorizzazione del territorio comunale, attraverso la conoscenza del suo ricchissimo patrimonio storico, tramite applicazione di cartelli e/o targhe esplicativi sui numerosi edifici, portali, porzioni di mura antiche presenti, anche in continuità col progetto QR code
  • Recuperare la suddivisione del territorio comunale in contrade, con un occhio di riguardo alla promozione alla socialità e al reciproco rispetto attraverso feste di quartiere, concorsi a premio per le contrade (il più bel balcone, cortile, facciata, …) eventi gastronomici, ludici, sportivi, musicali
  • Sviluppo dei Patti di Cittadinanza per la gestione dei Beni Comuni, come quello in corso per il parco noto come “Prato Comune”
  • Iniziative periodiche (Baratto, mercatino del riuso, laboratori di auto produzione ecc.) che inducano l’intera comunità a riflettere su temi cruciali della nostra epoca (dalla filosofia dell’usa-e-getta, allo spreco di cibo, acqua ed energia, fino all’obsolescenza programmata), favorendo il consumo critico e il risparmio delle risorse del pianeta
  • Continueremo ad occuparci del benessere dei nostri amici a quattro zampe con il   completamento dello sgambatoio per cani a San Felice (con particolare attenzione al tema dell’autogestione da parte dei loro padroni), l’adeguamento dell’attuale spiaggia a loro dedicata a Portese e la realizzazione di uno spazio analogo a San Felice
  • Verrà confermata la cerimonia dell’“Albero dei nuovi nati” così come avvenuta negli ultimi anni

COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE

Dopo aver attivato una serie di strumenti, come servizio SMS, Newsletter settimanale e i canali social, si confermerà il numero WhatsApp diretto con il Sindaco. In oltre si vuole operare su questi progetti:

  • Attivazione di canali di comunicazione dal Comune alla Cittadinanza con le piattaforme Telegram e WhatsApp, dedicati agli avvisi importanti, emergenze e allerte meteo
  • Si valuterà la possibilità di attivare un numero unico di segnalazione di guasti, compatibilmente con le procedure degli enti esterni
  • Sarà studiato come riproporre in modo efficace il Question Time comunale, ovvero la possibilità di porre quesiti agli amministratori in assemblea pubblica
  • È stata completata la tecnologia che permetterà di mandare on line i consigli comunali, che prenderanno il via con la prossima legislatura
  • In occasione di decisioni particolarmente strategiche per il futuro, saranno implementate modalità di consultazione della cittadinanza, in modo da giungere ad obiettivi condivisi

RAPPORTI ISTITUZIONALI

In questa legislatura il Comune di San Felice del Benaco ha conquistato autorevolezza e ha esercitato un ruolo attivo nella definizione delle scelte che riguardano il Lago di Garda. Ha saputo tessere rapporti importanti con gli altri comuni della Valtènesi i cui frutti iniziano a vedersi.

Per consolidare i rapporti istituzionali e far crescere il ruolo di San Felice del Benaco come protagonista nei momenti decisionali, ci impegniamo a:

  • Continuare e rafforzare la collaborazione con gli altri comuni della Valtènesi e con enti come la Comunità del Garda, Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine Garda DOP, Città dell’Olio e di promozione turistica come Garda Unico e Garda Lombardia, la Cooperativa La Verità
  • Mantenere un ruolo attivo nella definizione delle scelte strategiche riguardanti il Garda

PARI OPPORTUNITA’

Alla base delle pari opportunità ci devono essere reali politiche per la famiglia, che abbiamo sostenuto riaprendo il nido, che era stato chiuso dalla precedente amministrazione, prolungando la presenza dei ragazzi negli istituti scolastici e attivando punti di ritrovo per i più giovani. Abbiamo inoltre organizzato eventi di sensibilizzazione sulla violenza di genere, con campagne di informazione e formazione.

In particolar modo abbiamo puntato sul divulgare la conoscenza degli strumenti disponibili ad oggi, come il numero telefonico 1522 per la richiesta di aiuto, attraverso grafiche riconoscibili e diffuse sul territorio. Tali attività si sono svolte anche all’interno della Scuola Secondaria di Primo Grado (medie).

È quindi nostra intenzione:

  • Sostenere il centro anti violenza territoriale, anche economicamente
  • Promuovere progetti di sensibilizzazione e educazione sulla parità di genere nelle scuole e nella comunità, per combattere gli stereotipi di genere e promuovere una cultura di rispetto e uguaglianza tra i sessi
  • Attivare procedure che prevedano il coinvolgimento anche dei cittadini di sesso maschile verso attività di informazione e formazione per il contrasto alla violenza di genere

SPORT

Vogliamo incrementare il nostro impegno a favore dello Sport, che in questi ultimi anni ha visto il Comune come protagonista.

Proponiamo quindi:

  • Continuare la proficua collaborazione con la Polisportiva di San Felice e l’ASD Valtenesi
  • Valutare la possibilità di stipulare accordi con comuni limitrofi per l’utilizzo delle loro infrastrutture sportive
  • Installazione di attrezzature sportive in alcune aree verdi del territorio comunale
  • Aumentare l’offerta sportiva incentivando la collaborazione con la società Canottieri di Salò e le società del mondo del ciclismo
  • Con il ritorno delle bisse a Portese, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale e alla disponibilità della Polisportiva di San Felice, è nostra intenzione sostenere l’equipaggio e la Lega Bisse

TURISMO

Il turismo sta cambiando, il turista inizia a essere molto esigente e l’accoglienza acquista un ruolo sempre più importante. L’obiettivo è la Qualità, non Quantità: questo non vuole assolutamente dire che i nostri paesi debbano diventare esclusivi, ma che ogni offerta specifica deve riflettere il massimo della propria autenticità. L’amministrazione può facilitare la crescita attraverso il confronto e occuparsi di:

Promozione del territorio

  • Fondamentale mantenere aggiornati i canali social creati durante lo scorso mandato
  • Sviluppare ulteriormente il sito web per la promozione turistica, legandolo sempre più all’Ufficio del Turismo – Info Point
  • Turismo green: collaborare con guide professionali per offrire un servizio di scoperta del territorio
  • Implementare segnaletica e info sui percorsi già esistenti
  • Delineare e promuovere i Percorsi Enogastronomici, in collaborazione con gli operatori
  • Proseguire con la continua relazione con Enti territoriali ed extraterritoriali, per la promozione nazionale ed internazionale

Eventi Turistici

  • Apriamo le corti. Il locale vince sullo standardizzato. In collaborazione con la cittadinanza, permettere per un giorno di scoprire la bellezza che c’è dietro tanti portoni
  • Felix Foto Fest: l’iniziativa è piaciuta, facciamola crescere!
  • Coinvolgere i nostri giovani per pensare insieme e realizzare uno o più eventi dedicati al pubblico che oggi trova ben poca offerta
  • Sviluppare la recente collaborazione con i comuni di Manerba, Moniga e Padenghe per il marchio di promozione degli eventi “Riviera della Valtenesi”
  • In sinergia con gli operatori si valuteranno “pacchetti eventi” dedicati ai turisti ospiti nelle strutture ricettive

Trasporto

  • Pur non essendo di competenza comunale, si continuerà a sollecitare e a dialogare con l’Agenzia TPL Brescia, per proporre/suggerire migliorie al trasporto pubblico locale anche nell’ottica di una sua fruibilità da parte dei turisti e dei residenti
  • Fondamentale sarà continuare a dialogare con i paesi limitrofi, per riuscire a prolungare ulteriormente e rendere sistematici i collegamenti
  • Sostenere l’iniziativa della Comunità del Garda, che punta ad ampliare il trasporto via lago e accorparlo al Trasporto Pubblico Locale regionale