Simone Zuin

Simone Zuin

Sindaco uscente – Impiegato tecnico

Mi presento

Ho 54 anni, sposato Enrica. Abbiamo due magnifici figli Agata e Pietro. Negli ultimi cinque anni ho avuto l’onore di rappresentare il Comune di San Felice del Benaco come Sindaco e penso d’aver dimostrato le capacità di gestione per garantire il buon governo. Grazie all’indispensabile gioco di squadra di tutti gli amministratori di maggioranza abbiamo raggiunto risultati dei quali pensiamo di poter essere orgogliosi: quasi il 70% degli impegni presi con il programma elettorale del 2019 sono stati raggiunti o sono in corso di completamento.
Amministrare questo nostro comune è stato un periodo della mia vita personale e politica indubbiamente difficile: la pandemia, che ci ha obbligato a mettere in pausa l’attività programmatica, ma ci ha permesso di approfondire la vicinanza alla popolazione, la condivisione in un momento tanto drammatico per tutte e tutti; atti di delinquenza che hanno provocato una giustificata paura ci hanno testato ma, abbiamo risposto con decisione dimezzando l’indice di criminalità; la messa in sicurezza del territorio, in un’epoca di eventi climatici eccezionali, ha visto un nostro pronto intervento e un lavoro volto a manutenere sistematicamente le zone più critiche; la programmazione del futuro di San Felice, che non può essere costituita da interventi a spot, ma deve essere un lavoro continuativo, coraggioso, minuzioso e organico. Questi, e altri temi, mi hanno messo alla prova, con non poche difficoltà.
Eppure questi ultimi cinque anni sono anche stati uno dei periodi più gratificanti, perché il supporto e la dedizione di molte persone intorno a me sono stati una grandissima motivazione ed esempio nei momenti più complicati. Perché la realizzazione di ogni iniziativa, ogni miglioria portata a termine, ogni progetto messo a terra o perfezionato e finalmente pronto ad essere eseguito, ogni soddisfazione mia o di uno dei miei colleghi ha rappresentato per me la dimostrazione pratica che l’impegno paga.
C’è ancora molto lavoro da fare la nostra squadra ha la determinazione e l’entusiasmo necessari per affrontarne la responsabilità. Abbiamo l’onere di completare alcuni progetti che renderanno più solido il nostro Comune e c’è bisogno di lavorare sul solco tracciato per garantire servizi sempre più rispondenti alle reali necessità dei Cittadini.
Per questo ho accettato la proposta del nostro gruppo di dare la disponibilità per una nuova candidatura: credo, ancora e sempre di più, che la politica sia un atto d’amore – dato, ricevuto e praticato.