Piano per il Diritto allo Studio 2022-2023

Un investimento di oltre 230.000 € per la formazione dei nostri ragazzi.

Presentato ieri e approvato in Consiglio Comunale, il Piano per il Diritto allo Studio, documento fondamentale della progettazione dei servizi scolastici, frutto della fattiva collaborazione e del dialogo fra Comune, Scuola e Famiglie.

Per l’a.s. 2022/2023, sono stati delineati in cooperazione con tutti le parti attive interessate gli interventi che l’Amministrazione Comunale intende attivare per garantire il supporto al sistema educativo nel suo complesso, rendendo possibile la piena realizzazione delle attività programmate dalle Istituzioni Scolastiche e offrendo ulteriori opportunità educative, formative e culturali.
Tutte le proposte, sono state concertate con i diversi organismi scolastici, al fine di rispondere in maniera adeguata alle reali esigenze degli alunni.
Le linee d’intervento intendono assicurare la continuità con alcuni importanti progetti iniziati gli anni precedenti, anche realizzati con realtà sanfeliciane, come il laboratorio “musicale” in collaborazione con la banda cittadina “Sinus Felix”, l’approfondimento dello studio delle lingue straniere attraverso il potenziamento della lingua inglese con esperti madrelingua, e diversi altri laboratorio dedicati alle arti come strumento di apprendimento e condivisione.
La Scuola Secondaria di Primo Grado darà ancora rilievo all’ iniziativa La Città dei
Ragazzi”, proseguendo la collaborazione con la commissione cultura comunale che lo scorso anno scolastico ha portato ad importanti risultati e riconoscimenti anche a livello nazionale.
Per questo anno scolastico una novità importante è rappresentata dal percorso volto alla promozione di corrette abitudini alimentari attraverso due fondamentali proposte, la prima che verrà attuata nella Scuola Primaria in collaborazione con uno chef professionista e l’Amministrazione Comunale, ed il secondo che invece verrà attuato nella Scuola Secondaria di Primo Grado nell’ambito del progetto multidisciplinare di educazione civica.
Entrambi i progetti avranno come finalità quella di far comprendere ai ragazzi l’importanza di un’alimentazione corretta per il proprio benessere fisico e psichico.

Scuola dell’infanzia “Anna Maria Borghese”
Il Comune riconosce la fondamentale importanza di tale Istituto, Ente privato, sia didatticamente sia socialmente e si è impegnato per consentire l’accesso ai servizi erogati, senza scopo di lucro, da tale Scuola materna, al maggior numero possibile di utenti anagraficamente residenti nel territorio comunale.
L’intervento finanziario comunale è indirizzato al contenimento delle rette a carico delle famiglie dei bambini in età prescolare, residenti nel nostro Comune ed iscritti alla Scuola dell’infanzia in parola con l’applicazione dei criteri generali per l’applicazione dell’ I.S.E.E.
Confermato anche il contributo per il laboratorio musicale in collaborazione con la Banda cittadina Sinus Felix.

l’Amministrazione Comunale si farà poi carico totale carico del costo dei libri di testo per la scuola primaria, anche per quegli alunni residenti che frequentano istituti diversi da quello di S. Felice del Benaco.

Per gli Istituti Primario e Secondario si confermano anche sostanziali investimenti per il Materiale di facile consumo, di pulizia, di cancelleria, necessari per l’ottimale svolgimento della vita scolastica.

Allo stesso tempo si confermano anche gli stanziamenti per i progetti a supporto integrativo al miglioramento dell’offerta formativa come:

“Safety Web”: Il progetto è rivolto agli alunni delle classi quinte al fine di prevenire i pericoli del web sulla scorta di alcune pratiche consolidate che negli ultimi anni hanno ottenuto un riscontro altamente positivo tra gli studenti e le famiglie.

Progetto “Insieme”: nato dal gruppo di lavoro per l’inclusione dell’Istituto comprensivo “Valtenesi” con l’esigenza di creare uno spazio di incontro e confronto tra due esigenze educative: famiglia e scuola.

Progetto accoglienza e integrazione rivolto agli alunni non italofoni con carenze linguistiche a vario livello o lacune in una o piu’ discipline.

Progetto teatro, che arricchirà l’offerta formativa relativa all’ambito espressivo
favorendo e promuovendo la socializzazione, la relazione, il rispetto reciproco facendo anche emergere l’universo creativo ed emozionale degli studenti.

Progetto “Scopri il tuo Comune”, iniziativa condivisa con l’Amministrazione
Comunale a costo zero finalizzata a far conoscere agli alunni il funzionamento della macchina amministrativa attraverso visite guidate presso il Palazzo Municipale.
Il progetto è finalizzato alla promozione della cittadinanza attiva, al coinvolgimento dei ragazzi nella Comunità, alla valorizzazione del patrimonio culturale locale ed alla conoscenza dell’educazione civica con la finalità di avviare fin dalla tenera età i bambini per poter essere parte attiva di una Comunità “cittadino-consapevole”.

Uscite didattiche brevi con servizio di autobus o barca, gestite direttamente dalla scuola
primaria, per imparare a conoscere e apprezzare il nostro meraviglioso territorio che tanato ha da offrire e che spesso non si frequenta, benché sia la nostra Casa.

Progetto sostegno alla didattica, rivolto agli alunni di tutte le classi della scuola primaria con la finalità di offrire un percorso di recupero e potenziamento degli apprendimenti agli alunni che ne evidenziano la necessità.

Per la Scuola Secondaria di Primo Grado sono stati poi studiati ad hoc i seguenti progetti che saranno realizzati nel corso dell’intero anno scolastico:

Progetto Orientamento – educazione alla scelta, finalizzato ad aiutare gli alunni a scegliere la Scuola Secondaria di Secondo Grado, tenendo in considerazione gli interessi, le predisposizioni e e motivazioni di ciascuno, coinvolgendo attivamente anche le famiglie.

Progetto “Active Sport”, dedicato alla riflessione sul tema della diversità come risorsa e ricchezza nonché sulle condotte prudenti e responsabili alla guida, in prevenzione degli incidenti stradali.

Progetto “strategie per l’apprendimento” che consentirà a chi ne necessiterà, di avere a disposizione gli strumenti necessari per una partecipazione attenta e esaustiva alle attività scolastiche.

Progetto educazione civica “una pausa di riflessione”, incentrato sullo svolgimento di attività che coinvolgeranno tutte le discipline e che riguarderanno le seguenti tematiche:

  • per le classi prime: educazione ambientale e tutela del patrimonio ambientale;
  • per le classi seconde: salute ed alimentazione; tutela delle produzioni e delle eccellenze territoriali ed agroalimentari;
  • per le classi terze: educazione alla legalità.
    Verranno effettuate lezioni frontali, lavori a gruppo, uscite sul territorio, partecipazione a concorsi ed interviste a persone che si sono distinte per la tutela della legalità e per la tutela del paesaggio.

Progetto “scuola attiva junior” : Il progetto prevede un percorso sportivo dedicato a tutte le classi della scuola incentrato su due discipline sportive scelte in fase di adesione.

Progetto “la scuola allo stadio”che permetterà ai ragazzi di imparare a fruire civilmente degli spettacoli sportivi nonché a conoscere aspetti come il tifo organizzato e lo stile di vita da atleta.

Si consolida poi, il progetto CITTA’ DEI RAGAZZI “Territorio, casa comune”, che si pone con la finalità di educare alla ri-scoperta del territorio sanfeliciano, realizzato in stretta sinergia con la commissione cultura comunale , con laboratori che valorizzeranno risorse e realtà territoriali locali.

Integrazione importanti anche per la borsa di studio “Cesarina Ricca Tedesco e Francesco Marpicati” e per gli Assegni di studio per gli scolari della Pimaria, Secondaria di Secondo Grado e Università.

SERVIZIO COMUNALE DI REFEZIONE SCOLASTICA

La ristorazione scolastica è una componente fondamentale del Diritto allo Studio, essendo parte di un servizio pubblico reso al cittadino dal suo ingresso nel circuito scolastico, che ne fa richiesta.
E’ un servizio attivo ed attento alle problematiche riguardanti l’alimentazione degli alunni con l’obiettivo primario di garantire un pasto sicuro sul piano igienico-nutrizionale ed allo stesso tempo gradevole.
I potenziali utenti della refezione sono tutti gli alunni che frequentano la Primaria “B. Rubelli” indipendentemente dalla residenza anagrafica.
La refezione scolastica propone da anni un menu’ totalmente biologico che ha permesso al Comune di presentare istanza di partecipazione al bando mense scolastiche biologiche certificate del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, che garantisce un contributo finalizzato all’abbattimento del costo della refezione scolastica a carico delle famiglie.

“Il Piano diritto allo studio 2022/23, è il compimento di un accurato lavoro di Confronto continuo e fattivo tra l’Amministrazione e le Istituzioni scolastiche, che è il punto di partenza fondamentale su cui immaginare, costruire, e progettare le diverse proposte, emerse dalla realtà territoriale dai bisogni dei suoi attori, affinché la scuola possa divenire realmente, un luogo partecipe e partecipato della Comunità.
Prosegue parallelamente anche la proficua partecipazione della Commissione Cultura, che nello scorso anno scolastico ha presentato diversi progetti, alcuni dei quali si sono tradotti in lezioni e incontri sul territorio, che in seguito grazie al lavoro e alla creatività di alunni coordinati dagli insegnanti hanno portato risultati e riconoscimenti a livello nazionale.
Vengo confermati i corsi attivati li scorso anno, come quelli di musica e potenziamento della lingua inglese, che grazie alla continuità della proposta si stanno consolidando, con grandi esiti e soddisfazione di insegnanti, studenti e famiglie ” afferma Sandra Tarmanini, Assessore alla Pubblica Istruzione, e continua “Grande impegno e investimento è speso anche nel progetto intrapreso nella primavera 2022 del progetto di educazione alimentare proposto alla Primaria Rubelli, che vedrà il suo sviluppo e compimento nel corso di tutto questo anno scolastico, con incontri calendarizzati a cura dell’Associazione ristoratori bresciani, che coordinerà i laboratori tematici a cadenza mensile, nello spazio mensa, accanto incontri con figure professionali di esperti esterni per le famiglie, mentre per gli studenti, la parte di corrette abitudini alimentare è affidata agli insegnati nelle ore curricolari di scienze.
Scuola, Istituzioni, famiglie e Comunità, stanno lavorando in un vero percorso comune, intrapreso e ora proseguito con determinazione e entusiasmo”.

Rispondi