Il bilancio di fine anno sulle nostre attività

Per fine anno abbiamo organizzato un incontro pubblico in cui abbiamo fatto un bilancio dei nostri primi mesi di attività, riassunto in questo articolo pubblicato il 22 dicembre 2014 sul Giornale di Brescia.

San Felice «Serve più chiarezza sugli obiettivi»

Dalla minoranza di «Idee in Comune» critiche all’Amministrazione e proposte su trasporti e impianti

SAN FELICE Tempo di bilanci per il gruppo di minoranza «Idee in Comune». Dopo i primi sette mesi all’opposizione, i quattro consiglieri Simone Bocchio, Simone Zuin, Bruno Baldo e Sandra Tarmanini danno la loro lettura della situazione attuale del paese.
ll capogruppo Bocchio spiega che «in questo periodo abbiamo intrapreso molte iniziative per stimolare l’Amministrazione, per mettere in luce alcune questioni che, in linea con il programma con ci siamo presentati alle elezioni, riteniamo fondamentali».
Quella della trasparenza, innanzitutto: «Il nostro gruppo – spiega – ha portato in Consiglio la questione chiedendo che venisse approvata la delibera “Trasparenza a costo zero”, secondo il progetto “Riparte il futuro” promosso da Libera e Gruppo Abele. Inoltre ci siamo resi promotori di una serie di incontri, ultimo quello sulla presenza di rifugiati politici in paese, e teniamo costantemente informata la cittadinanza sulla nostra attività grazie ai social network».
I quattro, poi, mettono in evidenza tutti i fronti su cui si sono impegnati negli ultimi mesi: dal problema della disoccupazione alle questioni relative al trasporto pubblico, dal destino del Belvedere di Portese agli impianti sportivi comunali, sino all’istituzione di una spiaggia dog friendly: tutte questioni oggetto di mozioni, interpellanze o interrogazioni.
Spiegano che “abbiamo sempre cercato, di fronte alle problematiche che abbiamo messo in evidenza, di proporre all’Amministrazione soluzioni valide per esempio, circa l’annoso problema del trasporto pubblico, che vede San Felice escluso dalle tratte principali, abbiamo chiesto al sindaco di aprire un tavolo di lavoro congiunto; oppure con spirito collaborativo abbiamo segnalato alcune importanti possibilità per il nostro paese, come il bando della Regione per accedere a contributi a fondo perduto per la riqualificazione degli impianti sportivi cui però, alla fine, San Felice non ha partecipato».
Infine un accenno alla gestione dell’Amministrazione «Non ci sono chiari quali siano gli obiettivi e, di contro, ci pare che vengano improvvisate iniziative finalizzate a ricercare il facile consenso. «Idee in Comune rileva poca chiarezza e progettualità, «evidenti anche alla luce dell’ultima questione messa sul tavolo e di cui siamo venuti a conoscenza dalla stampa. Da anni ci sentiamo ripetere che l’Unione dei Comuni è un carrozzone e ora, invece, apprendiamo per voce del sindaco di Polpenazze che anche il nostro Comune sarà coinvolto nell’Unione che dovrebbe nascere tra quel paese, Puegnago e il nostro. Di ciò chiederemo chiarimenti al sindaco in Consiglio comunale».

2014-ConferenzaStampa-630

Rispondi