Cultura: associazioni, risorse, luoghi

carmineLa cultura in tutte le sue ampie accezioni concorre alla formazione, alla crescita e all’arricchimento collettivo ed individuale dei membri di una comunità. Essa favorisce la costituzione della consapevolezza del sé e del mondo, incoraggia la socialità fra le persone ed è parte integrante della vita di esse.

Riteniamo importante il coinvolgimento di tutta la popolazione attraverso l’istituzione di iniziative ed eventi che possano andare incontro alle esigenze culturali di quanti abitano all’interno del Comune da svolgersi in tutto l’arco dell’anno.

Incentivare la collaborazione fra le entità culturali presenti all’interno del Comune di San Felice

Spinta verso la nascita di un coordinamento delle associazione e gruppi culturali come risorse per la Casa Comune della Cultura in modo da creare una «visione d’insieme» per un progetto che generi un’immagine culturale unica.

Potenziare il ruolo svolto dalla Fondazione Cominelli

La Fondazione deve diventare il fulcro centrale della cultura sanfeliciana, potenziando il suo ruolo anche attraverso la partecipazione di altri soggetti pubblici e privati e l’istituzione di collaborazioni con entità esterne quali ad esempio musei, università e fondazioni al fine di permettere l’utilizzo di una così importante struttura tutto l’anno.

Raccolta delle opere dello scultore Angelo Zanelli

San Felice vanta fra i suoi meriti quello di aver dato i natali allo scultore Angelo Zanelli: interessante sarebbe instaurare un dialogo con i Musei Civici di Brescia e con i Musei Capitolini di Roma al fine di poter custodire parte delle opere dell’artista.

Raccolta Civica Museale Bartholomeo Zane De Portesio

Questa nostra grande ricchezza culturale, quasi sconosciuta ai sanfeliciani, deve tornare ad essere valorizzata, esposta e fruibile a tutti in modo permanente.

Museo di San Felice del Benaco

Realizzazione del Museo di San Felice del Benaco permanente con l’individuazione di un luogo espositivo per la Raccolta Civica Museale Bartholomeo Zane De Portesio, le opere di Raffaele Cominelli e quelle dello scultore Angelo Zanelli.

Incentivare il ruolo della biblioteca a Portese

L’importante lavoro svolto in questi anni dalla Biblioteca Comunale deve essere incentivato e amplificato attraverso l’incremento di corsi, laboratori, dibattiti e conferenze che possano coinvolgere anche il sistema educativo scolastico e tutti gli ampi e molteplici strati della popolazione.

Organizzare e favorire la fruizione di mostre, dibattiti, corsi, concorsi, laboratori ed eventi

Il Comune di San Felice deve farsi promotore, anche con la collaborazione delle associazioni presenti sul territorio, di un’offerta culturale di ampio e vasto raggio in grado di soddisfare le richieste e le esigenze di tutta la popolazione, dai bambini ai giovani, agli adulti agli anziani.

Ex Monte di Pietà

Uno dei luoghi fisici, dopo la Fondazione Cominelli, dove concentrare l’attenzione per lo svolgimento delle attività culturali è l’Ex Monte di Pietà. Va data maggiore organicità alle mostre che attualmente vengono proposte individuando un programma tematico pluriennale,  in stretto contatto con la Fondazione Cominelli. L’Ex Monte di Pietà deve scoprire una sua nuova connotazione anche attraverso la realizzazione di una sala multimediale fruibile e utilizzabile dalla cittadinanza.

Cineforum Feliciano e Film Festival del Garda

Il Cineforum Feliciano è un patrimonio gardesano culturale nato e cresciuto a San Felice. A questa realtà culturale deve essere dato tutto il supporto necessario, così come va sostenuto il Film Festival del Garda che deve trovare una sua sede definitiva nel nostro Comune per poter essere uno dei punti di forza della programmazione culturale sanfeliciana.

Associazione Corpo Bandistico Sinus Felix 1854

La nostra Banda è di certo la realtà culturale più antica del nostro Comune. Scontato il supporto che deve essere garantito e incrementato. Con questa nostra realtà va attivato un intenso dialogo per permettere un comune sviluppo della Cultura Musicale che proprio la Banda in questi ultimi anni ha voluto incentivare. La Banda deve essere, sempre più come partner culturale che un fornitore di servizio per il Comune.