Chiarezza e trasparenza dei documenti: ancora una volta delusi dall’approccio della maggioranza

Durante il Consiglio Comunale del 30 novembre la minoranza di Idee in Comune boccia anche la nuova variazione sul bilancio previsionale. Tarmanini lamenta ancora, così com’è avvenuto nei precedenti Consigli Comunali, l’incomprensibilità dei documenti forniti. Documenti che non permettono di capire, non tanto le cifre, ma quali ragionamenti ha fatto la maggioranza per arrivare a proporre alcune delle modifiche di bilancio portate al voto.

A margine del Consiglio Tarmanini lamenta che “ancora una volta, a fronte di un documento del bilancio, la Commissione non è stata convocata e ancora una volta davanti alla nostra richiesta di trasparenza e chiarezza l’Assessore Baccolo non ha saputo che rimandarci agli uffici comunali per richiedere tutti i chiarimenti di cui abbiamo bisogno” e continua ricordando che “il problema non è dare informazioni alla minoranza, ma ai cittadini. Ogni atto pubblico è patrimonio della comunità e deve essere fruibile da parte di tutti i cittadini. Le domande che poniamo sono sempre le stesse: Quanti cittadini hanno il tempo di andare a chiedere chiarimenti su una variazione di bilancio? Non sarebbe più logico che fossero messi nelle condizioni di avere tutto comodamente a casa tramite la rete?” e conclude “continueremo a pungolare la maggioranza perché anche questa, che può sembrare una banalità, è una battaglia per la crescita culturale e politica della nostra Comunità”.

Rispondi